Blenheim Palace

Blenheim Palace nell’Oxforshire è una grandiosa residenza barocca costruita per il primo Duca di Marlborough su di una proprietà ricevuta in dono dalla Regina Anna come ringraziamento per la vittoria riportata nella battaglia di Blenheim del 1704 contro francesi e bavaresi.

Nella great Hall di Blenheim un grandioso dipinto sul soffitto mostra il Duca di Marlborough nelle vesti di eroe romano che presenta  il piano di battaglia.

Ancora oggi residenza dei Duchi di Marlborough, alla fine del XIX secolo il palazzo venne salvato da sicura rovina grazie al matrimonio del IX duca di Marlborough con la ricca ereditiera americana Consuelo Vanderbilt.

Il palazzo è circondato da uno splendido ed immenso parco, un tempo tenuta di caccia ai cervi, con magnifici giardini all’italiana progettati dal famoso paesaggista Lancelot Capability Brown, colui che inventò l’architettura paesaggistica inglese, che fino ad allora si era limitata a copiare quella francese.

Esterno del Palazzo di Blenheim

Setting utilizzato per molti film tra i quali Barry Lindon, Hamlet, Mission Impossible Rogue Nation, Harry Potter e l’Ordine della Fenice, The Royals e Spectre della saga di James Bond, il palazzo ha una splendida posizione a 15 km circa dalla bellissima cittadina storica ed universitaria di Oxford, e all’estremità meridionale della zona di campagna assolutamente più raffinata e spettacolare di tutta l’Inghilterra: i Cotswolds.

Blenheim fu la dimora del 7° Duca di Marlborough, nonno di Winston Churchill; fu proprio in questo palazzo che il 30 Novembre 1874, duecento anni più tardi, nacque Sir Winston Churchill, definito dalla BBC nel 2002 come “il più grande Britannico di tutti i tempi”. Fu eletto in Parlamento nel 1900 e fu Primo ministro durante il periodo buio della Seconda Guerra Mondiale dal 1940 al 1945 e successivamente dal 1951 al 1955.  Il neonato fu battezzato nella Cappella del Palazzo il 27 Dicembre dello stesso anno. Churchill passò a Blenheim molti momenti felici della sua vita.  Nel 1908 fu proprio a Blenheim, presso il Tempio di Diana, che Sir Winston chiese la mano dell’amata moglie Clementine Hozier. Blenheim fu rifugio e luogo di ispirazione per Sir Winston che fu anche pittore e soprattutto uomo di lettere. Nel 1953 vinse il Premio Nobel della Letteratura con il suo libro “La Storia dei popoli di Lingua Inglese”.

Interno del Blenheim Palace

Anche chi è abituato alla visita di castelli e dimore reali, sarà profondamente colpito dalla ricchezza dei saloni delle “State Rooms”, dagli arredi ai maestosi soffitti affrescati e stuccati, dagli arazzi alle rare opere d’arte, ma soprattutto dall’atmosfera che vi si respira, creata dalla cura quasi maniacale che è stata  riservata sia alla manutenzione delle sale interne, che all’architettura dei giardini e del parco.

Molti sono i capolavori artistici che lasceranno senza parole lungo l’esplorazione delle molte sale a tema del piano terra, dove venivano ricevuti i funzionari o semplicemente dove si trascorrevano le giornate.

Giardino del Blenheim

Uno dei luoghi che più colpiscono è l’immensa biblioteca con volta a lunette, dominata dalla statua in marmo bianco di Carrara della Regina Anna, con l’interminabile doppia fila di libri che conducono sino alla Cappella.

All’interno del palazzo è presente dal 2015 una mostra permanente dedicata a Churchill che permette di ricostruire la sua vita a Blenheim, dagli anni della giovinezza con l’amata Nanny, agli anni degli studi, fino al matrimonio e alla carriera militare e politica successiva. I momenti più importanti della sua vita sono ricostruiti attraverso una raccolta di fotografie d’epoca, lettere, tralci di discorsi e menzione alle sue famose citazioni, in una gloriosa celebrazione della sua vita eccezionale .

Interno del Blenheim
Palazzo di Blenheim

Trattandosi di un palazzo ancora oggi regolarmente abitato dai vari componenti della famiglia Marlborough, la visita di Blenheim offre anche la possibilità unica di scoprire come una famiglia nobile del 21° secolo vive ancora oggi in ambienti regali del 18° secolo. E’ possibile infatti effettuare anche la visita degli appartamenti del primo piano, delle sontuose camere da letto, degli studi e studioli ma anche della Nursery utilizzata fino alla fine degli anni 90 e decorata da opere di Reynolds, Kneller e Stubbs.
La visita dell’area privata del palazzo permetterà di scoprire come illustri ospiti come Charlie Chaplin, Blill Clinton o Sylvester Stallone abbiano trascorso i loro giorni a palazzo, rispettando la doverosa etichetta che viene richiesta a chi vi soggiorna.

Quadro di Churchill a Blenheim

Per chi vorrà invece conoscere come veniva organizzato il numeroso e selezionatissimo personale che si occupava di mandare avanti il palazzo e di servire i suoi fortunati residenti, sarà possibile effettuare il tour dei “seminterrati”, una rete di corridoi, passaggi e camere dove si sono mossi nei secoli migliaia di persone che componevano la servitù e che, grazie ad un sofisticato sistema di identificazione delle campanelle di chiamata, erano in grado di capire dal suono l’esatto locale dal quale perveniva.

Blenheim Palace

Una doverosa  passeggiata nei bellissimi giardini completerà la visita di questo luogo straordinario, offrendo una visione esterna imponente e regale del palazzo di Blenheim inserito nel verde curato intervallato da specchi d’acqua, dolci colline e ponticelli.

Blenheim Palace interno

Oggi Blenheim è la sola residenza inglese a fregiarsi del titolo di “Palace” anche se non appartiene alla Famiglia Reale. Un caso unico in Inghilterra. Dal 1987 Blenheim Palace è entrato a far parte del Patrimonio Mondiale dell’Umanità dell’Unesco.

Visita Blenheim Palace con il Tour Good Morning Londra di Caldana Europe Travel

Leggi anche: Tour Guidato Good Morning Londra di Caldana Europe Travel Londra e i Giardini d’Inghilterra

    Aggiungi commento

    Diario di Viaggio: Tour Grecia Classica e Meteore” dal 10/08/2018 al 17/08/2018
    Tour Riviera di Ulisse e l’Isola di Ponza da 25/04/19 a 28/04/19