Moravia regione

Moravia – regione da scoprire…

Moravia, Repubblica Ceca: una regione tutta da scoprire

Un fiore all’occhiello della programmazione Caldana Europe Travel è senza dubbio la Moravia che può essere toccata nel itinerario Gran tour della Repubblica Ceca, o attraversata interamente nell’itinerario denominato Brno e la dolce Moravia

Ma dove si trova la Moravia e perché questa regione non è così conosciuta?

La Repubblica Ceca è composta principalmente da due regioni geografiche: la prima è la Boemia, spesso rappresentata come il cuore d’Europa per la sua particolare posizione geografica abbracciata dai fitti boschi e le montagne circostanti; la seconda è appunto la Moravia, con capoluogo Brno.

É chiaro che sia la città di Praga ad attirare la maggior parte dei turisti, lasciando in ombra, per fortuna o purtroppo, altri luoghi che rimangono così lontani dal turismo di massa.

 

cartina repubblica ceca - regione moravia

 

Allora, partiamo!

La prima tappa sarà senza dubbio Brno che si trova nella parte meridionale della regione Moravia. Il primo legame con l’Italia che mi viene in mente è Silvio Pellico, che è stato detenuto nella fortezza dello Spilberg poco distante dal centro città, dove ha scritto la sua opera principale “Le mie prigioni”. Il suo centro storico si sviluppa sulla collina di Petrov intorno alla basilica dei SS. Pietro e Paolo con fondamenta del XII secolo. La grande città della Moravia, Brno è entrata nella storia europea con la battaglia dei tre imperatori svoltasi nei suoi pressi (Slavkov – Austerlitz in tedesco) segnata dalla strepitosa vittoria di Napoleone Bonaparte.

 

Brno - scorcio sulla Cattedrale

Brno – scorcio sulla Basilica

Un altro legame con l‘Italia può essere il vino. A differenza dei boemi, maestri della birra, la Moravia porta avanti la cultura del vino, impiantato in queste terre già dagli antichi romani. Caldana Travel vi porta nella cittadina di Mikulov a Sud della Moravia, patria del Riesling Italico che trova qui la sua maggior espressione. Una cena in una cantina sarà d´obbligo e mi raccomando, non parlate di birra 😉

Mikulov

Mikulov

Spostandosi al centro della regione passiamo alla città termale di Luhacovice, al castello Buchlov e alla città dal nome impronunciabile Kromeriz.

Pavone nel giardino del castello Buchlov

Pavone nel giardino del castello Buchlov

 

Luhacovice_sorgente

Luhacovice – sorgente

 

Una volta arrivati a Kromeriz, andate a vedere la residenza estiva dell’Arcivescovo. Camminerete nei posti dove nel 1848, dopo la rivoluzione di Vienna, ha avuto sede per un anno intero l’Assemblea dell’Impero Austro-Ungarico, dove è stato incoronato Francesco Giuseppe I d’Austria e dove è stato girato il film Amadeus di Milos Forman. Nella sua cantina, invece, assaggerete vini che vengono oggi serviti sul tavolo del Pontefice in Vaticano.

Kromeriz, piazza grande

Kromeriz, piazza grande

 

Interni del palazzo Arcivescovile a Kromeriz

Interni del palazzo Arcivescovile a Kromeriz

 

Lasciata Kromeriz, ci spostiamo più a nord, a Olomouc. La città di Olomouc è un gioiello architettonico, ricco di storia ed è sito targato UNESCO. Nei lunghi anni dell’Impero Austro-Ungarico godeva di una posizione privilegiata grazie al fatto che si trovava al centro dell´Impero alla stessa distanza da Vienna, Praga e Budapest. Di conseguenza fu il luogo delle grandi manovre militari e di grandi incontri come quello avvenuto nel 1851 tra Francesco Giuseppe I d´Austria e lo zar Nicola I. La grande città della Moravia di Olomouc è anche sede del secondo e ultimo Arcivescovado della Rep. Ceca (oltre quello di Praga), paradossalmente più antico di quello boemo, fondato già nel 9 secolo da S. Metodio.

Palazzo comunale di Olomouc

Palazzo comunale di Olomouc

È proprio a S. Metodio e a suo fratello che voglio dedicare questo breve spazio. Sulle tracce dei Santi Cirillo e Metodio: i due fratelli provenienti dall’Impero bizantino sono entrati nella storia come evangelizzatori dei popoli dell’Europa centrale. Alcuni studiosi ritengono che la loro missione tendeva ad unificare due lati del cristianesimo dell’epoca, quello dell’Europa occidentale e quello dell’Impero bizantino. Questo ha fatto sì che Papa Giovanni Paolo II li proclamasse co-patroni d’Europa, proprio perché rappresentano un anello di congiunzione, un ponte spirituale tra la tradizione occidentale e quella orientale.

Dopo la caduta del Muro di Berlino, il primo viaggio del Papa è stato proprio alla Basilica di Velehrad, luogo simbolo della particolare missione dei SS. Cirillo e Metodio. Oggi avrete la possibilità di scoprirlo anche voi. Troverete sicuramente tante iniziative che vi permettono di avvicinarvi alle radici cristiane d’Europa.

Basilica di Velehrad

Basilica di Velehrad

Consigliamo vivamente l’itinerario lungo il territorio moravo a tutti quelli che hanno già visitato Praga e si sono fatti un’idea della Repubblica Ceca. Durante questo viaggio la vostra idea verrà sicuramente messa in discussione. Troverete anche il tempo di parlare dei personaggi nati in Moravia come Sigmund Freud, Tomas Bata, Leos Janacek o Milan Kundera, dei soggiorni di Mozart e di maresciallo Radetzky ecc.

Credo possa essere una valida alternativa, ricca di scoperte di un territorio poco noto al turista, ma affascinante, ospitale e pieno di sorprese culturali ed enogastronomiche.

Leggi anche: Praga…da non perdereRepubblica Ceca: fuori dai luoghi comuniDiario di Viaggio Praga e Castelli di Boemia di Cristina

 

  • Luisa
    10 Lug 2018

    Condivido le riflessioni perche’ ho studiato la storia della chiesa di Cirillo e Metodio e rivivo la loro storia nello Stato della Boemia che leggo in queste pagine

Aggiungi commento

Recensione Tour Berlino, Monaco e Dresda dal 25 al 30 luglio 2017
Foto del Gran Tour della Puglia – Agosto 2017