St. Michael's Mount

St. Michael’s Mount: la fortezza avvolta nel mistero

Appena al largo della costa a Marazion, in Cornovaglia, troverete St. Michael’s Mount. Isolata dalla terraferma durante l’alta marea, quest’isola fortezza è avvolta nel mistero. Un castello medievale, leggende di un gigante e un clima subtropicale. Come si fa a non adorarla?

St. Michael's Mount

St. Michael’s Mount

Nel Cinquecento, dopo la rottura con la Chiesa cattolica, il re Enrico VIII confiscò i monasteri del paese. Ciò accadde anche per l’abbazia benedettina sull’isola di St. Michael’s Mount che, trasformata in postazione militare, diventò parte difensiva delle coste meridionali inglesi.

La leggenda vuole invece che all’arcangelo Michele piacessero le isole della Manica e che sia apparso (nel 495) a un gruppo di pescatori, chiedendo loro di innalzare una chiesa, a onore del Salvatore e suo. Cosa che venne puntualmente fatta.

st-michael-mout-caldana

In realtà le prime tracce documentate della presenza sull’isola di una chiesa risalgono all’XI secolo. Pare che la costruzione sia stata voluta da re Edoardo il Confessore nel 1047. Ma fu dopo la conquista dell’Inghilterra da parte di Guglielmo il Conquistatore, nel 1066, che sull’isola venne fondata un’abbazia benedettina, subordinata ai monaci normanni di Mont Saint Michel, di cui riprese il nome, e che con il tempo diventò una delle mete di pellegrinaggi più importanti del medioevo.

Nel 1135 i benedettini ampliarono il complesso, e anche in seguito continuarono a modificarlo e ingrandirlo, ricostruendolo anche in gran parte dopo un disastroso terremoto. St. Michael’s Mount era una tapa fondamentale lungo il cammino di pellegrinaggio che dall’Irlanda e dalla Scozia portava in Spagna a Santiago di Compostela, dove nel IX secolo sarebbe stata trovata la tomba dell’apostolo Giacomo.

St. Michael's Mount

St. Michael’s Mount

Nel XVI secolo Enrico VIII confiscò tra gli altri anche questo monastero cattolico e, cacciati i monaci benedettini, ne fece una fortezza. Non per molto tuttavia. Durante il regno di sua figlia Elisabetta I la casa regnante inglese, ridotta in serie difficoltà finanziarie dalle guerre con la Spagna, dovette vendere molti ex conventi incamerati, e anche St. Michael’s Mount subì questa sorte.

La famosa abbazia benedettina entrò così, nel 1659, in possesso di Jonh St. Aubuyn, e da quel momento venne usata come residenza della famiglia, il cui capo porta il titolo di Lord Saint Levan. Gli Aubuyn fecero del monastero, già trasformato in fortificazione, una dimora signorile, sede della famiglia. Gli ultimi lavori di un certo rilievo ebbero luogo verso la fine dell’Ottocento. Nel 1954 Lord Aubuyn trasferì l’isola a un ente statale, il National Trust, a condizione che alla sua famiglia fosse garantito diritto d’alloggio nell’edificio per mille anni.

St. Michael's Mount

St. Michael’s Mount

Visita St Michael’s Mount con il nostro tour Devon e Cornovaglia: »scopri il tour

    Aggiungi commento

    Il Castello di Eilean Donan
    Tour del Portogallo: Colori Portoghesi