BERLINO: 25 ANNI DALLA CADUTA DEL MURO

All’interno delle numerose celebrazioni che si sono svolte nel 2014 non potevamo non dedicare un focus particolare ad un importante evento che vede come protagonista la città di Berlino: tra pochi giorni, il 9 novembre, la città celebra i 25 anni della Caduta del Muro di Berlino (9 novembre 1989 – 9 novembre 2014).


Da sempre organizziamo viaggi in bus a Berlino perché è una capitale cosmopolita e molto vivace, ricca di spunti come poche altre città europee, un vero un concentrato di arte, cultura e storia, ma crediamo che intraprendere un viaggio a Berlino oggi, a venticinque anni dalla caduta del Muro, abbia un valore ancora più evocativo e significhi poter rivivere alcune delle tappe fondamentali della Storia del XX secolo.

Con i nostri tour guidati a Berlino vi offriamo la possibilità di visitare tutti i luoghi simbolo di Berlino Est e Berlino Ovest, in modo approfondito e dettagliato, grazie alle spiegazioni delle nostre guide, le migliori della città, che vi racconteranno la storia e gli aneddoti legati ad ogni monumento e luogo che si visiterà.

Tutto a Berlino ricorda la storia che l’ha attraversata nel corso del tempo: i monumenti, le piazze, le strade e gli edifici. Ma il vero protagonista della capitale tedesca è sicuramente il Muro di Berlino, il simbolo più crudele della Guerra Fredda, che divise la capitale in due – Berlino Est e Berlino Ovest – dal 13 agosto 1961 al 9 novembre 1989; il Muro non divise solo la città, ma isolò un intero paese dal resto del mondo.

DE_Berlino_Muro_32008

Il Muro di Berlino ebbe infatti un forte impatto emotivo, sociale e culturale sui cittadini di Berlino, della Germania ma anche sul resto del mondo; la sua caduta quindi fu un evento che segnò profondamente non solo la vita dei berlinesi, ma che coinvolse ed emozionò tutto il mondo.

A 25 anni dalla sua caduta, il Muro di Berlino è il monumento più visitato e più fotografato, trovarsi davanti al Muro è un’esperienza davvero unica ed emozionante, perché sembra di poter rivivere in maniera diretta le emozioni che molti hanno già vissuto attraverso le immagini televisive.

Oggi non è rimasto molto del Muro: l’abbattimento ufficiale iniziò nel giugno 1990 e, a novembre dello stesso ann,o l’intero muro  era stato quasi totalmente abbattuto ad eccezione per 6 punti che vennero lasciati volutamente come monumento. Parti del muro vennero utilizzate poi per la costruzione di strade, mentre altri  vennero messi all’asta; alcuni pezzi invece vengono venduti ancora oggi come souvenir.

I punti del muro più visitati dai turisti sono: il tratto vicino a Potsdamer Platz, quello vicino all’OberbaumbrückeEast Side Gallery – ed un terzo in Bernauer Straße; quest’ultimo tratto è forse il più toccante perché il muro è rimasto esattamente com’era.

DE_Berlino_32009
L’East Side Gallery che sorge lungo la Sprea nel quartiere di Friedrichshain, non è solo il tratto di Muro rimanente più lungo con i suoi 1.316 mt., ma è anche la sezione più visitata perché è diventata una vera e propria galleria all’aperto: subito dopo la caduta del Muro, questo tratto venne dipinto per opera di 118 artisti provenienti da 21 Paesi. Gli artisti rappresentarono nei 100 dipinti, sull’ex-lato est del Muro, i cambiamenti politici degli anni 1989-1990. Alcuni tra questi graffiti sono ormai diventati famosi e sono i più fotografati, come ad esempio il dipinto che ha per protagonista una Trabant, la famosa automobile della Repubblica Democratica Tedesca che, grazie ad una particolare tecnica pittorica, sembra uscire dal muro.

In occasione del 25° Anniversario della caduta del Muro durante il nostro tour guidato si percorreranno le strade e si visiteranno i luoghi legati alla memoria della città divisa.
Tra i luoghi simbolo ed ormai tappe obbligate ricordiamo in particolar modo:

la Porta di Brandeburgo – Qui nella notte del 13 agosto 1961 si spensero improvvisamente le luci ed arrivarono in massa i poliziotti di frontiera delle DDR. Da allora rimase isolata ed inaccessibile, circondata da un surreale sbarramento di confine ed inglobata nella Berlino Est. La porta è l’immagine simbolo della Caduta del Muro: migliaia di berlinesi si arrampicarono sugli sbarramenti nel novembre 1989.

DE_Berlino_porta_brandeburgo_32017
il Passaggio al Check Point Charlie – famoso posto di blocco fra i settori americano e sovietico; oggi quello che si vede è una fedele copia dell’originale.

Checkpoint-Charlie
Alexanderplatz –
certamente una delle più celebri piazze di Berlino e la più grande, dopo la cadurta del Muro è tornata ad essere il cuore della città.

Scoprire tutto ciò che prevede la nostra visita guidata di Berlino all’interno del tour:

BERLINO, MONACO, DRESDA E LIPSIA IN PARTENZA IL 3 DICEMBRE

 

 

    Aggiungi commento

    Benessere in Slovenia con Caldana
    Normandia 5/11 Agosto 2014 Terre di libertà