Tour Provenza e Camargue

VIAGGIO IN PROVENZA E CAMARGUE
DAL 29/7/2015 AL 2/8/2015

Ciao a tutti. Sono rientrato da qualche giorno da un viaggio in Provenza e Camargue durante il quale ho potuto visitare luoghi e monumenti degni di rimanere tra i miei migliori ricordi. A rendere il viaggio estremamente piacevole hanno certamente contribuito l’accompagnatrice Alexandra, di cui già conoscevo doti notevoli di competenza e disponibilità per un precedente viaggio, l’autista Carlo, esperto e paziente nella guida, e il gruppo di partecipanti composto da persone molto simpatiche, con cui è stato facile stabilire un rapporto cordiale e amichevole fin dall’inizio. Importante è stato anche l’apporto delle guide Claudia e soprattutto Stefania che hanno messo a disposizione simpatia e professionalità.

DIARIO DEL VIAGGIO
1°GIORNO
La prima visita è stata programmata per la città di Aix en Provence, città vivace ed elegante, in cui si ritrovano tracce del grande pittore Cezanne. Da vedere assolutamente la cattedrale di Saint Sauveur affascinante per il suo stile misto romanico, gotico, barocco.

AIX EN PROVENCE : CATTEDRALE DI SAINT SAUVEUR

AIX EN PROVENCE : CATTEDRALE DI SAINT SAUVEUR

2° GIORNO
La visita ha interessato la città di Nîmes. E’ una città le cui origini risalgono a 2000 anni fa e le cui ricchezze sono a portata di occhi e di sogni: capolavori romani , architettura contemporanea, manifattura tessile ( tela Denim ). Autentiche meraviglie sono:
A) L’Arena di Nîmes costruita alla fine del 1^ secolo d.C. . E’ uno dei più grandi anfiteatri della Gallia Romana, capace di contenere 20.000 spettatori agli spettacoli di animali e gladiatori. Ancora oggi è utilizzata per spettacoli di corrida.

ARENA DI NÎMES

ARENA DI NÎMES

B) La Maison Carrée , l’unico tempio del mondo antico interamente conservato, affascinante per le sue proporzioni, per l’eleganza delle colonne dei capitelli corinzi e per la finezza delle decorazioni architettoniche.

NÎMES :MAISON CARREE

NÎMES :MAISON CARREE

Abbiamo visitato poi una deliziosa località di mare: Les Saint Maries de la Mer che ha una chiesa degna di interesse. La sosta ci ha consentito di gustare ottimi piatti di mare a prezzi accessibili.
La località è luogo di pellegrinaggio di gitani, difatti nel nostro percorso abbiamo assistito di passaggio a uno spettacolo di flamenco.

LES SAINT MARIES DE LA MER: SPETTACOLO DI FLAMENCO

LES SAINT MARIES DE LA MER: SPETTACOLO DI FLAMENCO

Abbiamo proseguito per Aigues Mortes, interessantissimo borgo fortificato medievale definito ” La porta della Camargue “.

AIGUES MORTES : BORGO FORTIFICATO

AIGUES MORTES : BORGO FORTIFICATO

3°GIORNO
Di grande interesse culturale è stata la visita di Arles , famosa per la ricchezza dei monumenti Patrimonio Unesco : Anfiteatro, Teatro Antico e Cattedrale di Saint Trophime con il suo splendido portale.

ARLES: CATTEDRALE DI SAINT TROPHIME

ARLES: CATTEDRALE DI SAINT TROPHIME

Di grande attrattiva sono i presepi provenzali con i pastori (Les Santons).

ARLES : NEGOZIO CON ESPOSIZIONE DI SANTONS

ARLES : NEGOZIO CON ESPOSIZIONE DI SANTONS

Ma nella città si avverte dappertutto il passaggio del grande pittore Van Gogh che ha vissuto per 2 anni circa ad Arles . E allora sembra di rivivere le emozioni che l’immenso pittore ci ha trasmesso con i suoi dipinti.

ARLES: GIARDINO DELL'ANTICO OSPEDALE DIVENUTO OGGI LO SPAZIO VAN GOGH

ARLES: GIARDINO DELL’ANTICO OSPEDALE DIVENUTO OGGI LO SPAZIO VAN GOGH

ARLES: IL CAFE' LA NUIT RESO CELEBRE DA UN DIPINTO DI VAN GOGH

ARLES: IL CAFE’ LA NUIT RESO CELEBRE DA UN DIPINTO DI VAN GOGH

Dopo una breve visita dell’Abbazia romanica di Montmajour , anch’essa luogo di ispirazione per Van Gogh, abbiamo proseguito per lo splendido borgo provenzale di Les Baux de Provence situato in paesaggio di rocce che ricordano la Cappadocia, come giustamente ha fatto rilevare l’accompagnatrice Alexandra.Il borgo è bellissimo , pieno di negozi caratteristici e di punti di ristoro che offrono piatti tipici provenzali che vengono preparati quasi ” artisticamente “.

LES BAUX DE PROVENCE

LES BAUX DE PROVENCE

Il giro è terminato con la suggestiva visita dell’ospedale di Saint Rèmy dove è stato ospitato in cura Van Gogh. L’emozione è fortissima , tutto ricorda il pittore. Copia dei suoi dipinti accompagnano tutto il percorso a ricordare che tanti lavori sono stati anche eseguiti nel luogo di cura. Di forte impatto è la ricostruzione della camera dove alloggiava il pittore.

 OSPEDALE DI SAINT RÉMY: CAMERA DI VAN GOGH


OSPEDALE DI SAINT RÉMY: CAMERA DI VAN GOGH

4°GIORNO
Il percorso ha toccato la città di Avignone , dove si respira la storia ammirando il palazzo dei Papi racchiuso da mura trecentesche. Il palazzo in stile gotico è molto sobrio ma anche tanto suggestivo.

AVIGNONE : IL PALAZZO DEI PAPI

AVIGNONE : IL PALAZZO DEI PAPI

Immancabile è anche la vista sul leggendario Ponte d’Avignon , dove il gruppo dei partecipanti alla gita non ha potuto esimersi per espresso ” ordine ” della nostra guida Stefania dal cantare : ” Sur le pont d’Avignon on y dance, on y dance …. ”

AVIGNONE : IL PONTE SAINT BENÉZET SUL RODANO (FAMOSO COME PONT D'AVIGNON)

AVIGNONE : IL PONTE SAINT BENÉZET SUL RODANO (FAMOSO COME PONT D’AVIGNON)

Nel pomeriggio abbiamo proseguito per la città di Orange dove abbiamo visitato un fantastico teatro romano molto ben conservato, oggetto ancora oggi di manifestazioni di spettacolo ( opere liriche e teatrali ) e capace di contenere 20.000 spettatori.

ORANGE: IL TEATRO ANTICO

ORANGE: IL TEATRO ANTICO

E, per finire, abbiamo visitato un’autentica meraviglia: l’acquedotto romano a 3 piani del 1° sec. D.C. a Pont du Gard.

PONT DU GARD – ACQUEDOTTO ROMANO

PONT DU GARD – ACQUEDOTTO ROMANO

5° GIORNO
Durante il viaggio di ritorno abbiamo fatto una piacevolissima sosta a Nizza ,dove abbiamo ammirato lo splendido lungomare e il vivacissimo centro storico.

NIZZA

NIZZA

CONCLUSIONI
Cosa dire ancora del viaggio ?
Rimangono nella mente come ricordi incancellabili:
A) i paesaggi di verde e di luce e i luoghi che hanno tanto ispirato Van Gogh;
B) la regione della Camargue con le sue praterie, le distese di sabbia e sale, i tanti allevamenti di tori e cavalli;
C) le meraviglie storiche e artistiche ( teatri, anfiteatri, ponti, palazzo dei Papi ecc. )
D) un gruppo di partecipanti affiatato e soddisfatto del viaggio.

VIAGGIO IN PROVENZA16
Il viaggio è imperdibile per chi ama arte e storia e per chi rimane incantato, come avviene a me , davanti ai quadri di Van Gogh e alla forza impressionista di luci e colori.
Vincenzo Russo

    Aggiungi commento

    Viaggio in Provenza e Camargue dal 29 luglio al 2 agosto
    Viaggio Benelux 3/08/2015