TERRE DI PROVENZA dal 2-07-2014 al 6-07-2014

Il tour in sintesi: – Viaggio: 5/5, bello perchè vario, dalle metropoli ai borghi, dal mare alle paludi, alle montagne. – Accompagnatrice (Laura): 5/5, simpatica e gentile, molto partecipe nel gruppo. – Autista (Mauro): 5/5, ottima guida, ci aiuta col francese, anche lui ben integrato nel gruppo. – Ristorante (Club House, Marsiglia): 5/5, ristorante a buffet molto vario e di buona qualità.

Gruppo: 5/5, simpatico e per lo più puntuale. – Organizzazione: 5/5, navetta puntuale all’arrivo al punto di smistamento come in partenza, guida ottima. – Sicurezza: 5/5, rispetto alle raccomandazioni dell’accompagnatrice, tutto tranquillissimo. * 2 luglio *: – Aix-en-Provence: 4/5, città  di medie dimensioni caratterizzata dal fatto di avere più di cento fontane al suo interno. Visitiamo la bellissima cattedrale gotica di San Salvatore e percorriamo le vie caratteristiche della città , accompagnati nella visita da una piacevole guida locale.

Marsiglia: 5/5, in serata cena a Marsiglia,il ristorante si trova sul Porto Vecchio: cenare guardando il tramonto sul mare e di fronte alla collina dove si trova la Basilica di Notre Dame de la Garde è un privilegio! Concludiamo con una passeggiata sul lungomare del Porto Vecchio, zona centrale della città piena di turisti, bancarelle colorate e profumate dai caratteristici prodotti locali, e vivacizzata da ragazzi che sfrecciano attenti, in roller o skateboard. Di fronte alla scalinata del bellissimo Hotel Dieu qualcuno del nostro gruppo ha anche l’occasione per cimentarsi in un romantico valzer, accompagnato da musicisti locali.

 

* 3 luglio *: – Cassis: 5/5, piccola cittadina sulla costa caratterizzata da pareti di rocce di formazione calcarea, bianche, a picco sul mare, incise dai caratteristici Calanchi e con meravigliose, piccole insenature. Mini crociera alla scoperta dei calanchi, davvero bella, probabilmente la parte migliore e che più colpisce i sensi, dell’intero viaggio. Al ritorno possibilità ,nel tempo libero, per un giro in spiaggia o in città . Consigliatissima la spiaggia che, pur di sassi e rocce, permette di godere in pieno la visione del meraviglioso mare, decisamente azzurro.

Marsiglia: visita guidata della città : il museo della scienza e delle arti moderne , il Palais Longchamps dalla stupenda fontana, la città  vecchia, il Porto Vecchio, i palazzi più recenti,le vie dello shopping, la Cattedrale e la Basilica di Notre Dame de la Garde da cui è possibile ammirare a 360°, dall’alto, l’intera città.

* 4 luglio *: – Avignon: 4/5, città carina caratterizzata dall’imponente Palazzo dei Papi, tesoro di storia ed architettura. Dai curatissimi giardini adiacenti si gode la vista sull’antico villaggio fortificato di Villeneuve. All’arrivo vediamo subito il famoso Pont d’Avignon e l’autista ci delizia intonando la celebre canzone ad esso dedicata. Visitiamo anche la Rue des Tinteures, antica via dove una volta vivevano e lavoravano, appunto, i tintori e che ancora ci mostra la presenza di antichi mulini, la piazza dell’Orologio e percorriamo le vie di questa vivace città. Essa è circondata da mura ancora integre in ampi tratti e ci appare tappezzata in ogni suo angolo da manifesti colorati in quanto proprio questi giorni si terrà  il rinomato festival di Avignon, manifestazione teatrale che coinvolge in modo forte tutte le fasce della popolazione. Ragazzi sorridenti e ve stiti nei modi più svariati ci offrono volantini per ogni tipo di spettacolo.

Senanque: 5/5, piccolo, fortunato, fuori programma: con la complicità dell’accompagnatrice e la disponibilità  del nostro autista, un’ottantina di chilometri in più ci portano all’antica Abbazia cistercense di Senaque, immersa in una verde valle, circondata dai famosi campi di lavanda tipici della Provenza , un’immagine davvero suggestiva.

Les Baux-de-Provence: 5/5, uno di quei posti che non si possono dimenticare, piccolo paesino medioevale arroccato su di uno sperone roccioso completamente diverso dal resto del mondo, niente grandi marche, negozi minuscoli e tutto in pietra; panorama bellissimo sulle montagne rocciose sottostanti.

* 5 luglio *: – Les Saintes Maries de la Mer: 5/5, ci trasferiamo in Camargue. Raggiungiamo questo piccolo paese percorrendo strade immerse in un panorama sconfinato di girasoli e vigneti. Ci accolgono, tranquilli in un caratteristico stagno, i rinomati fenicotteri rosa che, a quanto pare, non esistono solo sui depliant turistici. Visitiamo la cattedrale e, per i più temerari, una stretta scala a chiocciola permette di raggiungere il tetto da cui possiamo ammirare tutta la città  ed il suo luminoso mare. L’accompagnatrice ci aiuta nell’accordarci con gli operatori locali per una minicrociera di un’ora e mezza alla scoperta della Camargue. Dal mare attraversiamo la foce del Piccolo Rodano e ne percorriamo un tratto ammirando sulle rive gli allevamenti di cavalli e tori tipici della regione, al pari dei fenicotteri e degli aironi e della particolare vegetazione che, nonostante l’elevata salinità dei terreni, cresce rigogliosa. Un altro dei momenti più belli.

Aigues-Mortes: 4/5, piccola città  circondata da mura con una cattedrale molto semplice esternamente quanto particolare al suo interno; salendo su una tribuna possiamo ammirare dall’alto il particolarissimo panorama delle saline, dal colore variabile dal rosa al blu. Un’altra inevitabile fotografia da aggiungere alle innumerevoli già  scattate in questo tour.

* 6 luglio *: – Nizza: 4/5, ultima tappa, ma per questo non meno gradita, una grande metropoli con un mare di un azzurro stupendo. Percorriamo in sequenza il celebre lungomare, la Promenade des Anglais, le vie più recenti , Place Massena, la cui ampiezza permette ogni anno lo svolgersi del famoso carnevale, la città  vecchia, dalle tipiche viuzze che ricordano i nostri carrugi, dove ammiriamo la cattedrale. Una sosta al Mercato dei Fiori è d’obbligo. Negozi famosi e quantità  di ristoranti e grand hotel ci circondano.

Il nostro viaggio è  giunto al termine, restano sicuramente con noi immagini e ricordi piacevoli. Maria Grazia e fam. (Crema – CR)

    Aggiungi commento

    Un viaggio a ROMA, la Città Eterna
    BUDAPEST: FESTA DI SANTO STEFANO – 20 agosto