Diario di viaggio: Budapest Express del 28 luglio

Finché ho in mente vividamente questo viaggio lo narro con le parole del cuore. Budapest è una città giovane dal cuore antico, ricca di un fascino da centellinare come un buon bicchiere di rosso in una delle caratteristiche cantine ungheresi.Una vista incantevole dal bastione dei pescatori, nella parte alta della città vecchia di Buda, mi ha permesso di volare sopra il Danubio e planare sulla città di Pest…una divisione che unisce.Ponti imponenti e suggestivi come quello delle catene valicano il vecchio Danubio blu e nelle orecchie ho ancora il suono melodioso di Strauss ascoltato lungo il tratto di navigazione fluviale che mi ha consentito un nuovo punto di vista incantevole e assolutamente da non perdere…Piazza degli eroi riecheggia ancora di eventi tragici o bellissimi…una conoscenza minima della storia ungherese mi ha aiutato a capire meglio lo spirito di questo popolo ammirevole.
Il cibo che il turista può apprezzare nei tanti tipici locali è stato edulcorato ad uso e consumo dei nostri palati ma se ti azzardi a gustare il gulash con un pizzico di paprica come vuole la tradizione non ne sarai minimamente deluso…basta non esagerare…Budapest va apprezzata così,un po’ per volta,come una fetta dei loro dolci…e i suoi colori vivranno per sempre nella mia memoria.Domani come oggi.

Carlo

Photo Effects-1469899843578

Photo Effects-1469824443563

Photo Effects-1469882560035

Photo Effects-1469895327620

 

Photo Effects-1469895494330

Photo Effects-1469947201170

Photo Effects-1469882970180

 

    Aggiungi commento

    I Castelli della Loira del 12 Agosto
    Diario di viaggio: Transilvania e Dracula Tour del 25 luglio