Budapest e lo sguardo dal danubio

Giorno 1- 25.04.13-il viaggio: Questo è il secondo viaggio con Caldana e quindi mi sento abbastanza sicura e certa della buona riuscita dello stesso. Il ritrovo, per me, è alle 7,30 a Modena dove passerà una navetta a prendermi con destinazione Verona. Ci sono navette che partono da tantissime località per accompagnare le persone al ritrovo di Verona. Dopo lo smistamento…si parte!!! Beh, certo…il viaggio è molto lungo, l’accompagnatore ci annuncia che l’arrivo è previsto per le 21.00 (quindi circa 12 ore). Aiutooo!!! Contrariamente a quanto previsto, il viaggio passa abbastanza velocemente, le persone sul pullman sono simpatiche e mi perdo in chiacchiere (inoltre il pullman è comodo). L’accompagnatore ci mostra anche un DVD su Budapest, per darci un assaggio dei giorni seguenti. Dopo qualche sosta agli autogrill…arriviamo all’Holiday In di Budapest. Il check-in viene sbrigato dal bravo accompagnatore che ci assegna le camere…e sono bellissime, pulite e grandissime!!! Scendiamo subito a cena (a buffet) che si rivelerà davvero ottima.

Giorno 2- 26.04.13- Budapest: dopo un’abbondante colazione insieme alle mie nuove compagne di viaggio, alle 9 si parte in pullman per la visita alle colline di Buda, accompagnati anche dalla guida ungherese che sarà un valido aiuto per comprendere la storia di questa splendida città. Vediamo il meraviglioso Castello, la Chiesa di Re Mattia (che è davvero un gioiello stile neogotico, con i tetti decorati da piastrelle multicolore e l’interno tutto affrescato), il Bastione dei Pescatori (costruzione neogotica/neoromanica da cui si può ammirare un panorama mozzafiato sul Danubio e sulla città).

Chiesa di Mattia

Chiesa di Mattia

Ci attende poi un lauto pranzo in un ristorante tipico, dove potremo assaggiare alcune specialità culinarie e degustare il buon vino Ungherese. Dopo pranzo ripartiamo per Pest dove, dopo un primo assaggio in pullman, scendiamo nell’enorme piazza degli Eroi, dove mi ha particolarmente colpito il teatro in quanto ha la facciata tutta decorata. Continuiamo la visita nei punti salienti di Pest fino alla Chiesa di Santo Stefano, con la sua cupola imponente e il suo affaccio su una piazza viva e piena di gente. Qui cominciamo ad avere un assaggio del centro che è un via vai di turisti, localini e musica (sulla piazza stessa sta suonando una banda, un ottimo connubio tra sacro della chiesa e profano). Prima di tornare in hotel, facciamo un altro giretto sulle colline per recarci sul più bel punto di osservazione dall’alto della città. Fantastico!

Panorama

Panorama

Alla sera, quasi tutto il pullman, ha prenotato la cena facoltativa in un ristorante tipico preceduta da un aperitivo in una cantina dove abbiamo assaggiato il famoso vino Tokaj. Anche la cena sarà un’esperienza divertentissima, sia per l’ottimo cibo (e vino) che per gli spettacoli di musiche tipiche.

Giorno 3- 27.04.13 – Godollo e il Danubio: La visita al Castello di Sissi a Godollo era facoltativa ma, quasi tutti vi abbiamo partecipato. E’ stato molto interessante, gli interni sono splendidi e si possono vedere anche i verdi giardini rigogliosi di fiori, molto romantico. Il proseguo della mattinata è stato presso la fattoria Lazar, dove abbiamo assistito ad uno spettacolo equestre con i famosi cavalli e cavallerizzi ungheresi. Abbiamo anche fatto un bellissimo giro su una carrozza trainata dai cavalli per tutta la vastissima fattoria. Si è anche deciso di consumare il pasto “libero” presso questa fattoria e, con la modica cifra di 6 euro, abbiamo mangiato un abbondante gulasch con bevande e vino compresi. Una giornata divertente ed interessante.

Spettacolo equestre

Spettacolo equestre

Nel pomeriggio, dopo un po’ di tempo libero per lo shopping in pieno centro nella famosissima Via Vaci (piena di ogni sorta di negozio, bar, ristoranti, turisti ed artisti di strada), siamo saliti sul battello per la mini-crociera sul Danubio da dove abbiamo potuto ammirare i palazzi bellissimi di Budapest dall’acqua. La vista sul palazzo del Parlamento era perfetta, si stagliava bianco davanti a noi…emozionante. Rientrati all’hotel, salutiamo la brava guida e, dopo la lauta cena in hotel (il buffet dei dolci era fantastico), ci resta l’ultima notte per sognare tutte le belle cose che abbiamo visto.

Parlamento

Parlamento

Giorno 4- 28.04.13- il ritorno: il rientro è stato tranquillo e senza traffico ma purtroppo è finita la vacanza. Nel cuore, rimangono i ricordi dei bei paesaggi, dei magnifici palazzi, delle musiche e dei sapori. Budapest è una città romantica, viva e internazionale, ve la consiglio. I compagni di viaggio sono stati perfetti e l’organizzazione encomiabile. Tornerò a viaggiare con Caldana quanto prima! Ricordate…”Il viaggio è una specie di porta attraverso la quale si esce dalla realtà come per penetrare in una realtà inesplorata che sembra un sogno”. Guy de Maupassant.

Saluti

Patrizia (Modena)

    Aggiungi commento

    Nuovi Tour in Repubblica Ceca
    Giovanni Ruggeri